– Ignazio Larragnaga – PREGHIERE –

 

- Ignazio Larragnaga -  PREGHIERE -

– Ignazio Larragnaga – PREGHIERE –

 

 

MOMENTI DI DEPRESSIONE

Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?
Improvvisamente un’immensa pesantezza è caduta su di me, e non so dove fuggire.
Non ho più voglia di vivere.
Dove sei Signore?Trascinato senza vita, verso un deserto immobile, soltanto ombre circondano le mie frontiere. Come posso uscirne? Pietà di me, mio Dio…  Come una città assediata, mi circondano, mi opprimono, mi soffocano l’angoscia, la tristezza, l’amarezza, l’agonia. Come si chiama tutto questo? Nausea? Tedio della vita?…Non dimentico, Gesù, Figlio di Dio e servo del Padre, che là, nel Getsemani….il tedio e l’agonia ti oppressero fino a farti versare lacrime e sangue. Una pesante tristezza di morte inondò la tua anima, come un mare amaro…Ma tutto passò! Io so, che anche la mia notte passerà. So che squarcerai queste tenebre, mio Dio, e domani spunterà la consolazione. Cadranno le grosse mura e di nuovo potrò respirare. La mia anima sarà visitata e tornerà a vivere…

Grazie, mio Dio, perché tutto è stato un incubo, soltanto l’incubo di una notte che è già passata.
Adesso donami pazienza e speranza.
E si compia in me, la Tua volontà, mio Dio. Amen.

– Ignazio Larragnaga – PREGHIERE –

 

Dove sei?

Dove sei? Non vedo il Tuo volto.
Eppure ci sei.
I Tuoi raggi rimbalzano in mille direzioni.
Sei la Presenza nascosta.
Tu mi penetri, mi avvolgi, mi ami.
Fa’ di me una viva trasparenza
del Tuo essere e del Tuo amore.

– Ignazio Larragnaga – PREGHIERE –


 

LA GRAZIA DI RISPETTARE I FRATELLI  

Signore Gesù, metti un lucchetto alla porta del nostro cuore, per non pensar male di nessuno, per non giudicare prima del tempo, per non sentir male, per non supporre, ne interpretar male, per non profanare il santuario sacro delle intenzioni.

Signore Gesù, legame unificante della nostra comunità, metti un sigillo alla nostra bocca per chiudere il passo ad ogni mormorazione o commento sfavorevole.

Dacci di custodire fino alla sepoltura, le confidenze che riceviamo o le irregolarità che vediamo, sapendo che il primo e concreto modo di amare è custodire il silenzio.

Semina nelle nostre viscere fibre di delicatezza. Dacci uno spirito di profonda cortesia, per riverirci l’uno con l’altro, come avremmo fatto con te.

Signore Gesù Cristo, dacci la grazia di rispettare sempre. Così sia.

– Ignazio Larragnaga – PREGHIERE –

 

…e se dopo che abbiamo pregato, supplicato, ci sembra di non aver ricevuto nessuna risposta…
dobbiamo ricordare che i tempi di Dio, non sono i nostri tempi… e allora impariamo e cerchiamo di mettere in pratica queste parole:

” Se non vi è nulla da fare, perchè le cose sono per se stesse insolubili, o le situazioni non dipendono da noi, è arrivata l’ora di fa tacere la mente, chinare il capo, affidare le cose impossibili nelle mani di DIO PADRE, e abbandonarsi, come fanno i bambini…”

Ignazio Larragnaga



/p>

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *