Canzoni Per Bambini – Canzoni di Natale Per Bambini – Testi Canzoni Per Bambini

Canzoni Per Bambini

Filastrocche per bambini

Filastrocca dei numeri

Uno due e tre, quattro cinque e sei, sette otto nove e dieci.

Canta insieme a me, un applauso a te, se adesso conti fino a dieci.

Uno come il sole che fa nascere le viole

due come gli occhi sorridenti di un bambino

tre i nipotini del mio amico Paperino

quattro per viaggiare sono i punti cardinali

cinque le ho contate son le dita di una mano

sei sono i quadrati che compongono il mio dado

sette i colori vivi dell’arcobaleno

otto i pianeti che si muovono nel cielo.

nove sono i mesi nella pancia della mamma

dieci le persone a cui voglio tanto bene.

Uno due e tre, quattro cinque e sei, sette otto nove e dieci.

Canta insieme a me, un applauso a te, se adesso conti fino a dieci.

Gli accordi per suonare la filastrocca dei numeri:

Strofa: Do Do- (Mib) Fa- Sol Do

Rit. Sib Mib Sol Do

Il piccolo ragnetto

The itsy bitsy spider

Famosa filastrocca popolare inglese tradotta in italiano.

Il piccolo ragnetto salì su la grondaia,

venne giù la pioggia e lo spinse via per aria,

ricomparve il sole e la pioggia asciugò,

E il piccolo ragnetto su la grondaia ritornò!

The itsy bitsy spider went up the waterspout

Down came the rain and washed the spider out

Up came the sun and dried up all the rain

And the itsy bitsy spider went up the spout again.

Il piccolo ragnetto salì su la grondaia,

Venne giù la pioggia e lo spinse via per aria,

ricomparve il sole e la pioggia asciugò,

E il piccolo ragnetto su la grondaia ritornò!

Filastrocca dell’arcobaleno

Alza i tuoi occhi rivolgili al cielo,

bianco non è come zucchero a velo,

una goccia di pioggia che nientedimeno

col sole ha creato un bell’arcobaleno.

Il primo colore che si porta addosso,

è come il tuo cuore, uno splendido rosso.

E come i quei fiori che stan sul balcone,

il secondo colore che c’è è l’arancione.

Portato dal vento con dolce sussurro,

la tinta del cielo è un fantastico azzurro.

Tra gli alberi in fiore un colore si perde,

ma se scruti bene lo stani un bel verde.

Conta e riconta le biglie sull’abaco,

il meno famoso è il colore dell’indaco.

E per concludere il bel siparietto

leggero è il pennello che tinge il violetto.

E gira e rigira la strada s’imbocca,

imparala tutta la tua filastrocca,

è un caleidoscopio di mille colori,

che formano un prato con tanti bei fiori.

E questa che hai letto in un battibaleno,

è la tiritera dell’arcobaleno.

Strofa

Do Si5+ Re5+ Re

Do Sib Fa Mib Do

Rit.

Fa La- Sib Do

Fa La Re- Re7/Do Sol

GLORIA A DIO

Gloria a Dio nell’alto dei cieli

e pace in terra agli uomini di buona volontà.

Noi ti lodiamo, ti benediciamo,

ti adoriamo, ti glorifichiamo,

ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa,

Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente.

Signore, Figlio unigenito, Gesu’ Cristo,

Signore Dio, Agnello di Dio, figlio del Padre,

tu che togli i pecca ti del mondo,

abbi pietà di noi;

tu che togli i pecca ti del mondo,

accogli la nostra supplica;

tu che siedi alla de stra del Padre,

abbi pietà di noi.

Perché tu solo il Santo,

tu solo il Signore,

tu solo l’Altissimo,

Gesu’ Cristo,

con lo Spirito Santo:

nella gloria di Dio Padre.

Amen.

SANTO IL SIGNORE

Santo, Santo, santo il Signore

Dio dell’universo.

Santo, Santo, santo il Signore

Dio dell’universo.

I cieli e la terra

sono pieni della tua gloria.

Osanna, osanna nell’alto dei cieli,

osanna nell’alto dei cieli.

Osanna, osanna nell’alto dei cieli,

osanna nell’alto dei cieli.

Benedetto colui che viene

nel nome del Signore.

Osanna, osanna nell’alto dei cieli,

osanna nell’alto dei cieli.

Osanna, osanna nell’alto dei cieli,

osanna nell’alto dei cieli.

RE DI GLORIA

Ho incontrato te Gesù

e ogni cosa in me è cambiata,

tutta la mia vita ora ti appartiene.

Tutto il mio passato io l’affido a te,

Gesù Re di gloria mio Signor.

Tutto in te riposa

la mia mente il mio cuore,

trovo pace in te Signor,

tu mi dai la gioia.

Voglio stare insieme a te,

non lasciarti mai,

Gesù Re di gloria mio Signor.

Dal tuo amore chi mi separerà,

sulla croce hai dato la vita per me.

Una corona di gloria mi darai,

quando un giorno ti vedrò.

Tutto in te riposa

la mia mente il mio cuore,

trovo pace in te Signor,

tu mi dai la gioia vera.

Voglio stare insieme a te,

non lasciarti mai,

Gesù Re di gloria mio Signor.

Dal tuo amore chi mi separerà,

sulla croce hai dato la vita per me.

Una corona di gloria mi darai,

quando un giorno ti vedrò.

Dal tuo amore chi mi separerà,

sulla croce hai dato la vita per me.

Una corona di gloria mi darai,

io ti aspetto mio Signor,

io ti aspetto mio Signor,

io ti aspetto mio Signor.

BENEDIRO’ IL SIGNORE

Benedirò il Signore in ogni tempo,

sulla mia bocca la sua lode sempre avrò;

nel mio canto do gloria al Signore,

si rallegra il mio cuore in umiltà.

Ti benedirò, Signore, in ogni tempo,

canterò, per te senza fine.

Se sarai con me, piu’ nulla temerò

e avrò nel cuore la gioia.

Benedirò il Signore in ogni tempo,

il nome suo in eterno canterò;

io l’ho cercato e lui mi ha risposto,

dall’angoscia lui mi libererà.

Ti benedirò, Signore, in ogni tempo,

canterò, per te senza fine.

Se sarai con me, piu’ nulla temerò

e avrò nel cuore la gioia.

Benedirò il Signore in ogni tempo,

guardando a lui il mio volto splenderà;

io lo so com’è buono il Signore,

nella vita vicino mi sarà.

Ti benedirò, Signore, in ogni tempo,

canterò, per te senza fine.

Se sarai con me, piu’ nulla temerò

e avrò nel cuore la gioia.

Se sarai con me, piu’ nulla temerò

e avrò nel cuore la gioia.

L’arancia

Nell’arcobaleno una bella mattina

il rosso col giallo si è mescolato

e ha combinato il colore aranciato

e tutte le arance ha pitturato

Il giallo è il colore del sole e dell’oro

il sole ricorda il colore del fuoco

il rosso col giallo ricorda l’amore

che tutti unisce e dà gioia al cuore.

La canzone dell’autunno

Sotto un castagno spunta un funghetto

ooh eh ooh

col suo rosso tetto

Un uccellino gli va vicino

ooh eh ooh

Salve funghetto cosa succede?

ooh eh ooh

qui sotto non si vede

Ecco l’autunno, mille colori

ooh eh ohh

vedessi che splendore

Tutte le foglie sono colorate

ooh eh ohh

di mille pennellate!

Ciao amico

Ciao amico, ciao ciao ciao,

ciao amico, ciao ciao ciao,

se lo dici con il cuore

vuol dire affetto e amore, dimmi “ciao”!

ciao amico, ciao ciao ciao,

ciao amico, ciao ciao ciao

se lo dici con speranza vuole dire fratellanza, dimmi”ciao”!

Farfallina

Vola vola farfallina

bella bianca birichina

vola qua vola là

dove mai si fermerà

si posò sul girasole

poi si volse verso il sole

lo guardò lo ammirò

e pian piano si addormentò

venne il grillo canterino

e le fece un bell’inchino

e le disse farfallina”sei la mia sorellina”

Farfallina bella e bianca

vola vola e mai si stanca

Vola qua e vola là.

E poi si posa sopra un fiore

E poi si posa sopra un fior.

Ecco ecco l’ho trovato

tutto bello e profumato

vola qua e vola là.

E poi si posa sopra un fiore

E poi si posa sopra un fior.

Farfallina bella bianca

vola vola non si stanca

Vola in qua e vola in là

poi si posa sopra un fior

Poi si posa sopra un fior

Non temere farfallina

se ti prendo la manina

Una bimba come te

vola vola con piacer

Farfallina bella e bianca

vola vola, mai si stanca

Vola qua e vola là

poi si posa sopra un fior

poi si posa sopra un fior

Non temere farfallina

se ti prendo la manina

Sono bimba come te.

GRUPPO DI AMICI

C’era un gruppo di amici

Tutti con i baffi grigi

Il delfino ballerino

E lo squalo beccofino

Gruppo di amici

La conchiglia perla nera

Si chiude sempre la sera

Il suo nome é lumachina

E si apre la mattina

Gruppo di amici

Il cavalluccio salterello

É proprio proprio bello

Ma ecco che s’avvicina

La stella marina

Gruppo di amici

E così che scorre il tempo

Sotto il mare e sopra il vento

Stiamo uniti in allegria

Gruppo di amici

Canzoni di Natale Per Bambini

A Natale puoi

A Natale puoi

fare quello che non puoi fare mai:

riprendere a giocare,

riprendere a sognare,

riprendere quel tempo

che rincorrevi tanto.

È Natale e a Natale si può fare di più,

è Natale e a Natale si può amare di più,

è Natale e a Natale si può fare di più

per noi:

a Natale puoi.

A Natale puoi

dire ciò che non riesci a dire mai:

che bello è stare insieme,

che sembra di volare,

che voglia di gridare

quanto ti voglio bene.

È Natale e a Natale si può fare di più,

è Natale e a Natale si può amare di più,

è Natale e a Natale si può fare di più

per noi:

a Natale puoi.

È Natale e a Natale si può amare di più,

è Natale e a Natale si può fare di più

per noi:

a Natale puoi.

Luce blu,

c’è qualcosa dentro l’anima che brilla di più:

è la voglia che hai d’amore,

che non c’è solo a Natale,

che ogni giorno crescerà,

se lo vuoi.

A Natale puoi.

È Natale e a Natale si può fare di più,

è Natale e a Natale si può amare di più,

è Natale e a Natale si può fare di più,

è Natale e da Natale puoi fidarti di più.

A Natale puoi

puoi fidarti di più.

A Natale puoi.

Tu scendi dalle stelle

Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo,

e vieni in una grotta al freddo e al gelo. (2 v.)

O Bambino mio divino,

io ti vedo qui a tremar;

o Dio beato !

Ah, quanto ti costò l’avermi amato ! (2 v.)

2. A te, che sei del mondo il Creatore,

mancano panni e fuoco, o mio Signore. (2 v.)

Caro eletto pargoletto,

quanto questa povertà

più m’innamora,

giacché ti fece amor povero ancora. (2 v.)

3. Tu lasci il bel gioir del divin seno,

per giunger a penar su questo fieno. (2 v.)

Dolce amore del mio core,

dove amore ti trasportò ?

O Gesù mio,

per ché tanto patir ? per amor mio ! (2 v.)

4. Ma se fu tuo voler il tuo patire,

perché vuoi pianger poi, perché vagire ? (2 v.)

mio Gesù, t’intendo sì !

Ah, mio Signore !

Tu piangi non per duol, ma per amore. (2 v.)

5. Tu piangi per vederti da me ingrato

dopo sì grande amor, sì poco amato!

O diletto – del mio petto,

Se già un tempo fu così, or te sol bramo

Caro non pianger più, ch’io t’amo e t’amo (2 v.)

6. Tu dormi, ma intanto il core

non dorme, no ma veglia a tutte l’ore

Deh, mio bello e puro Agnello

a che pensi? dimmi tu. O amore immenso,

un dì morir per te, rispondi, io penso. (2 v.)

Dunque a morire per me, tu pensi, o Dio

ed altro, fuor di te, amar poss’io?

O Maria. speranza mia,

se poc’amo il tuo Gesù, non ti sdegnare

amalo tu per me, s’io non so amare! (2 v)

LE LUCI DI NATALE

Le luci di Natale

illuminano il cuore

annunciano agli uomini

che è nato il bimbo Gesù.

Le luci di Natale

risplendono sull’albero,

illuminano il presepio,

la culla del bimbo Gesù.

Le luci intorno a te

sono i sorrisi dei bambini

che fanno il girotondo

insieme con Gesu’

AVE MARIA DEI PICCOLI

Ave Maria, ave Maria, ave Maria (2)

piena di grazia (2)

il Signore è con te (2)

Ave Maria, ave Maria, ave Maria (2)

Tu sei, tu sei, tu sei benedetta

fra tutte le donne (2)

E benedetto è il frutto

del seno tuo: Gesù (2)

del seno tuo: Gesù.

Santa Maria, madre di Dio, prega per noi

noi peccatori, ora e nell’ora della morte

Amen (3) (bis)

NATALE COL BIMBO GESU’

Si danno la mano i bimbi del mondo:

è Natale (bis)

Fra tanti bambini c’è anche Gesù.

E’ Natale (bis)

E’ un Natale da niente,

natale di povertà,

ricco di gioia nel cuore,

nasce il bimbo Gesù

NATALE, NATALE,

NATALE DA NIENTE NON E’!

NATALE, NATALE,

NATALE COL BIMBO GESÙ’ (BIS)

Si vogliono bene i bimbi del mondo:

è Natale (bis)

Son tanti i bambini intorno a Gesù.

è Natale (bis)

E’ un Natale da niente,

Natale di povertà,

ricco di gioia nel cuore,

nasce il bimbo Gesù.

NATALE, NATALE,

NATALE DA NIENTE NON E’!

NATALE, NATALE,

NATALE COL BIMBO GESÙ’ (BIS)

Testi Canzoni Per Bambini

IL MAGGIOLINO

Nel bel mezzo del giardino su una foglia se ne sta

un grassoccio maggiolino vuoi sapere cosa fa

prende shampoo e spazzolone ed in fretta se ne va

nella goccia di rugiada che ha lasciato l’acquazzone

Insapona le sue alette scivolando qua e là

poi risciacqua le zampette e un saltino adesso fa

una gira giravolta, poi un’altra ne farà,

ma che buffo poi ripete tutto quanto un’altra volta

Il maggiolino sulla foglia fa la doccia

scrolla il suo pancino e finisce a testa in giù;

il maggiolino saltellando fa la doccia

scopre un ballettino che puoi fare pure tu

Il maggiolino sulla foglia fa la doccia

scrolla il suo pancino e finisce a testa in giù;

il maggiolino saltellando fa la doccia

scopre un ballettino che puoi fare pure tu

maggiolino

maggiolino

Ha bagnato un millepiedi che passava per di là

tanta schiuma come neve col sapone poi farà

soffia sulle bollicine che van verso il cielo blu

tante piccole stelline che risplendono lassù

E’ contento il maggiolino mentre fermo se ne sta

sotto il sole del mattino ad asciugarsi sogna già

tante bolle di sapone dai riflessi rosa e blu

mentre dorme russa un poco sembra canti una canzone

Il maggiolino sulla foglia fa la doccia

scrolla il suo pancino e finisce a testa in giù;

il maggiolino saltellando fa la doccia

scopre un ballettino che puoi fare pure tu

il maggiolino sulla foglia fa la doccia

scrolla il suo pancino e finisce a testa in giù;

il maggiolino saltellando fa la doccia

inventa un ballettino che puoi fare pure tu

mentre fai la doccia lo puoi fare pure tu

mentre fai la doccia lo puoi fare pure tu

NELLA VECCHIA FATTORIA

Nella vecchia fattoria ia-ia-o

Quante bestie ha zio Tobia ia-ia-o

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

Attaccato a un carrettino ia-ia-o

C’è un quadrupede piccino ia-ia-o

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

Tra le casse e i ferri rotti ia-ia-o

Dove i topi son ia-ia-o

C’è un bel gatto-gatto-ga-ga-gatto

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

Tanto grasso e tanto grosso ia-ia-o

Sempre sporco a più non posso ia-ia-o

C’è il maiale-iale-ia-ia-iale

C’è un bel gatto-gatto-ga-ga-gatto

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

Poi sull’argine del fosso ia-ia-o

Alle prese con un osso ia-ia-o

C’è un bel cane-cane-ca-ca-cane

C’è il maiale-iale-ia-ia-iale

C’è un bel gatto-gatto-ga-ga-gatto

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

Nella stalla silenziosa ia-ia-o

Dopo aver mangiato a iosa ia-ia-o

Dorme il bue-bue-bu-bu-bue

C’è un bel cane-cane-ca-ca-cane

C’è il maiale-iale-ia-ia-iale

C’è un bel gatto-gatto-ga-ga-gatto

C’è la capra-capra-ca-ca-capra

Nella vecchia fattoria ia-ia-o.

BIMBO BIMBA

L’isolotto sul mare blu

la stradina che porta su

sulla riva una casa c’è

dove i bimbi girotondo

Con le api che fanno zzz

ed il cane che fa bu bu

ed il corvo che fa cra cra,

tutti insieme canteremo…

Bimbo Bamba Bombo Bimbo,

Bombo Bamba Bumba, Bim Bum Ba.

AL CANTO DEL CUCÙ

L’inverno se n’è andato,

l’Aprile non c’è più;

è ritornato Maggio

al canto del cucù:

Cu-cù, cu-cù, l’Aprile non c’è più,

è ritornato Maggio al canto del cu-cù.

Lassù per le montagne

la neve non c’è più

comincia a fare il nido

il povero cucù.

Cu-cù, cu-cù, l’Aprile non c’è più,

è ritornato Maggio al canto del cu-cù.

La bella alla finestra

la guarda in su e in giù

l’aspetta il fidanzato

al canto del cucù.

Cu-cù, cu-cù, l’Aprile non c’è più,

è ritornato Maggio al canto del cu-cù.

Ti ho pur sempre detto

che Maggio ha la virtù

di far sentir l’amore

al canto del cucù.

Cu-cù, cu-cù, l’Aprile non c’è più,

è ritornato Maggio al canto del cu-cù.

Cu-cù, cu-cù, l’Aprile non c’è più,

è ritornato Maggio al canto del cu-cù.

cu-cù, cu-cù.