Articoli

Richard Bach, Nessun luogo è lontano – FRASI BELLE

nessun luogo è lontano - FRASI BELLE

Nessun luogo è lontano – FRASI BELLE

“Può forse una distanza materiale separarci davvero dagli amici? Se desideri essere accanto a qualcuno che ami, non ci sei forse già?”

.:*:.

.

Insieme volammo, al di sopra delle vette, a gara con i venti di montagna.

 .:*:.

Alla fine lei mi disse: “Ci capisco ben poco in quel che dici, ma men che mai capisco la parola compleanno”. “Ma sicuro: compleanno” dissi io. “S’intende festeggiare il giorno in cui ebbe inizio la vita di Rae, e prima del quale lei non c’era. Cosa c’è di tanto difficile da capire, in questo?”

.:*:.

Aquila allora incurvò le ali e dopo una picchiata rapidissima, atterrò con dolcezza, su una roccia, nel deserto. “Ci sarebbe stato un tempo anteriore alla nascita di Rae?  Non pensi piuttosto che la vita di Rae sia cominciata prima ancora che il tempo esistesse?”

.:*:.

Continua a leggere

Nessun luogo è lontano, Richard Bach – FRASI BELLE

Nessun Luogo è Lontano - RICHARD BACH

Nessun Luogo è Lontano – RICHARD BACH

“Può forse una distanza materiale separarci davvero dagli amici?  Se desideri essere accanto a qualcuno che ami, non ci sei forse già?”

 .:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:.

Grazie per avermi invitato per il tuo compleanno!
La tua casa è distante mille miglia dalla mia, e io sono uno che si mette in viaggio solo quando ne vale la pena.  Ebbene, ne val proprio la pena, se si tratta di prender parte alla tua festa.
Non vedo l’ora di essere da te!
Il mio viaggio è cominciato dentro il cuore di un piccolo uccello, un colibrì che conoscemmo insieme, io e te, tanto tempo fa. Lo trovai cordiale come sempre, anche stavolta. E tuttavia – quando gli dissi che la piccola Rae stava crescendo e che io stavo andando alla festa per il suo compleanno con un regalo lui rimase perplesso. Per un pezzo badammo a volare in silenzio, e alla fine lui mi disse: “Ci capisco ben poco, in quel che dici, ma men che mai capisco come mai tu ci vada, a questa festa”. “Ma sicuro che vado, alla festa” dissi io. “Cos’è che ti riesce tanto difficile da capire?” Lui non rispose niente, lì per lì, ma quando arrivammo alla casa del gufo, mi disse: può forse una distanza materiale separarci davvero dagli amici?
Se tu desideri essere da Rae, non ci sei forse già?”.

.:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:..:*:.

.
“La piccola Rae sta crescendo, e io vado alla festa per il suo compleanno con un regalo” dissi al gufo.
Mi parve strano di re vado, è vero, dopo quanto mi aveva detto il colibrì, ma lo stesso mi espressi in quel modo, perché Gufo mi capisse. Lui pure restò zitto per un pezzo, seguitando a volare.

Continua a leggere